Osservatorio di Compliance CSTTECH.IT – AML - Definitivo il Provvedimento di Banca d’Italia del 27 marzo 2019

di CST

Nella giornata di ieri, mercoledì 27 marzo, Banca d’Italia ha pubblicato, all’esito della fase di consultazione iniziata nell’aprile del 2018, il Provvedimento su organizzazione, procedure e controlli interni in materia di antiriciclaggio (il “Provvedimento”) dal titolo “Disposizioni in materia di organizzazione, procedure e controlli interni volti a prevenire l’utilizzo degli intermediari””

Il Provvedimento “Disposizioni in materia di organizzazione, procedure e controlli interni volti a prevenire l’utilizzo degli intermediari””, che tiene conto dei commenti ricevuti durante la fase di consultazione pubblica, realizza l’allineamento italiano alla normativa europea.

Mercoledì 27 marzo Banca d’Italia ha pubblicato il Provvedimento su organizzazione, procedure e controlli interni in materia di antiriciclaggio (il “Provvedimento”). Esso allinea la normativa italiana alle disposizioni europee, sui seguenti ambiti:

La redazione di una relazione di autovalutazione diviene parte integrante della “Relazione Annuale Antiriciclaggio” ed è obbligatoria per tutti gli intermediari finanziari.

  • Attua quanto previsto in materia di organizzazione, procedure e controlli interni contenute nel D. 21 novembre 2007, n. 231, come modificato dal D.Lgs 25 maggio 2017, n. 90, di recepimento della Direttiva (UE) 2018/849 (c.d. “IV Direttiva Antiriciclaggio”);
  • definisce requisiti, sulle procedure, sui sistemi di controllo e sulle funzioni del punto di contatto centrale, in armonia con il Regolamento (UE) 1108/2018, del 7 maggio 2018;
  • recepisce gli Orientamenti congiunti delle Autorità di vigilanza europee (EBA, ESMA ed EIPOA – “ESA”) adottati il 22 settembre 2017 che definiscono, tra l’altro, le misure che i prestatori di servizi di pagamento adottano per individuare dati informativi mancanti o incompleti relativi all’ordinante o ai beneficiari.

 

Per gli aspetti operativi il Provvedimento detta criteri e metodologie per l’analisi e la valutazione dei rischi di riciclaggio e di finanziamento del terrorismo, cui i soggetti obbligati sono esposti nell’esercizio della loro attività, così da compiere la cosiddetta autovalutazione, in modo da poter predisporre le procedure, gli strumenti e i controlli appropriati. Inoltre, con la IV Direttiva Antiriciclaggio la redazione di una relazione di autovalutazione diviene parte integrante della “Relazione Annuale Antiriciclaggio” ed è obbligatoria per tutti gli intermediari finanziari.

CST da sempre segue con attenzione l’evoluzione delle normative nazionali ed europee legate all’Antiriciclaggio (AML) ed in genere alla Compliance ed al Regulatory Reporting nel mercato Finanziarie con un proprio Osservatorio, l’Osservatorio di Compliance di CSTTECH.IT, struttura dedicata e focalizzata su questi temi che conta nel proprio team esperti della materia e professionisti qualificati e certificati.

Contattateci! +39 02 70638242

Su questi temi CST può fornire le sue competenze e le sue esperienze su quattro direttrici principali di intervento:

  • Consulenza, supporto e formazione
  • Soluzioni software di mercato
  • Soluzioni software custom
  • Soluzioni di Full Outsourcing



Contattateci! Non esitate, chiamate oggi stesso il numero +39 02 70638242 e chiedete dell’area Sales oppure mandate un’email a: segreteria@csttech.it

 

 

 

 

KEEP IN TOUCH
Ho letto e accetto le condizioni del trattamento dei miei dati personali
contatto commerciale
Accetto le norme sulla privacy