DAC6

di CST

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE la modifica alla Direttiva (UE) 2018/822

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’UE del 26 giugno 2020 è stata pubblicata la Direttiva (UE) 2020/876 che modifica la Direttiva DAC6 confermando il rinvio dei termini per lo scambio automatico di informazioni relative ai meccanismi transfrontalieri potenzialmente aggressivi.

La Direttiva rende ufficiale la richiesta di posticipo avanzata dalla Commissione Europea e in seguito approvata dal Consiglio per fare fronte alle difficoltà di gestione insorte a causa della pandemia di Covid-19.

Gli Stati Membri hanno ora la facoltà di rinviare fino a un massimo di 6 mesi i termini inizialmente previsti dalla Direttiva DAC6 per le comunicazioni dei reportable cross border arrangements. Inoltre, nel caso in cui l’emergenza sanitaria mondiale dovesse tornare ad aggravarsi, sarà possibile procedere con una proroga di ulteriori 3 mesi.

Pertanto:

  • Le informazioni sui meccanismi transfrontalieri soggetti all’obbligo di notifica la cui prima fase è stata attuata tra il 25 giugno 2018 e il 30 giugno 2020 dovranno essere comunicate entro il 28 febbraio 2021;
  • Il termine di 30 giorni per la comunicazione di meccanismi transfrontalieri soggetti all’obbligo di notifica la cui prima fase di attuazione è stata compiuta tra il 1° luglio 2020 e il 31 dicembre 2020 inizierà a decorrere entro e non oltre il 1° gennaio 2021;
  • La comunicazione di informazioni relative all’anno solare 2019 dovrà avvenire entro 12 mesi dal termine dell’anno solare 2019.

 

CST vi può consigliare come affrontare al meglio le evoluzioni normative, grazie a soluzioni efficaci, funzionanti ed ottimizzate che garantiscano, sempre, la compliance.

COSTI CERTI E SOLUZIONI DEFINITIVE

Non esitare a contattarci per avere maggiori informazioni!

+39 02 70638242 oppure sales@csttech.it

KEEP IN TOUCH
Ho letto e accetto le condizioni del trattamento dei miei dati personali
contatto commerciale
Accetto le norme sulla privacy