OSSERVATORIO COMPLIANCE CST™ - Banca d’Italia: ultima Nota di chiarimenti sull’applicazione della definizione di “Default".

di CST

Banca d’Italia: ultima Nota di chiarimenti sull’applicazione della definizione di “Default".

Banca d’Italia ha pubblicato, tramite il proprio sito web, la Nota di chiarimenti del 23 settembre 2022 in tema di “Applicazione della definizione di default ai sensi dell’articolo 178 del regolamento (UE) n. 575/2013” e adeguamento delle definizioni di esposizioni creditizie deteriorate. La nota in oggetto segue i precedenti aggiornamenti del 14 agosto 2020, 15 ottobre 2020, 15 febbraio 2021.

L’ultimo aggiornamento della Nota fornisce orientamenti sull’applicazione del Regolamento Delegato (UE) n. 171/2018 sulla soglia di rilevanza delle obbligazioni creditizie in arretrato ai sensi dell’art. 178, par. 2, lettera d) CRR (di seguito il “RD”), che rappresentano la posizione della Banca d’Italia in materia. Inoltre, fornisce ulteriori chiarimenti sulle disposizioni attuative degli Orientamenti dell’EBA sull’applicazione della definizione di default (di seguito le “LG EBA”).

La nota si concentra sui seguenti aspetti connessi alla definizione di default:

  • ambito di applicazione;
  • calcolo delle soglie e quantificazione dell’obbligazione creditizia in arretrato;
  • ritorno a uno stato di non default;
  • obbligazioni creditizie congiunte;
  • applicazione alle operazioni di cessione del quinto;
  • prima applicazione.

L’aggiornamento in esame in merito all’“Ambito di applicazione”, approfondisce:

  • la casistica del ricorso per ingiunzione da parte della banca creditrice (domanda n. 6);
  • il caso di controversia tra debitore e banca creditrice sorta successivamente alla classificazione in default (domanda n. 7);
  • la contestazione solo su una parte del credito (domanda n. 8);
  • le clausole negoziali di rinuncia temporanea alle azioni di recupero del credito (domanda n. 9).

Il documento è scaricabile al seguente link:

 

Nota-di-chiarimenti-del-23-settembre-2022.pdf (bancaditalia.it);

 

Per avere maggiori informazioni al riguardo e per qualsiasi eventuale ulteriore esigenza non esitare a contattarci.

CST vi può consigliare come affrontare al meglio le evoluzioni normative, grazie a soluzioni efficaci, funzionanti ed ottimizzate che garantiscano, sempre, la compliance.

 

COSTI CERTI E SOLUZIONI DEFINITIVE

Non esitare a contattarci per avere maggiori informazioni!

+39 02 70638242 oppure sales@csttech.it

 

KEEP IN TOUCH
Ho letto e accetto le condizioni del trattamento dei miei dati personali
contatto commerciale
Accetto le norme sulla privacy