OSSERVATORIO COMPLIANCE CST™ - Esterometro 2022

di CST

Esterometro 2022: Circolare n. 26 - AdE riepiloga e chiarisce le nuove regole di trasmissione dei dati delle operazioni transfrontaliere introdotte dal 1° luglio 2022.

Agenzia delle Entrate, pubblicando in data 13 luglio 2022 la Circolare n.26, fa il punto sulle nuove regole di trasmissione dei dati delle operazioni transfrontaliere introdotte dalla legge di bilancio 2021 a decorrere dal 1° luglio 2022, dall’ambito oggettivo e soggettivo di applicazione dell’adempimento, alle regole di compilazione dei file da trasmettere e alla conservazione dei documenti.

Come premessa iniziale, Agenzia delle Entrate ricorda che ai sensi dell’articolo 1, comma 3-bis, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, come sostituito dall’articolo 12 del decreto-legge 21 giugno 2022, n. 73, in corso di conversione, «I soggetti passivi trasmettono telematicamente all’Agenzia delle Entrate i dati relativi alle operazioni di cessione di beni e di prestazione di servizi effettuate e ricevute verso e da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato, salvo quelle per le quali è stata emessa una bolletta doganale, quelle per le quali siano state emesse o ricevute fatture elettroniche nonché quelle, purché di importo non superiore ad euro 5.000 per ogni singola operazione, relative ad acquisti di beni e servizi non rilevanti territorialmente ai fini IVA in Italia.

La trasmissione telematica è effettuata trimestralmente entro la fine del mese successivo al trimestre di riferimento. Con riferimento alle operazioni effettuate a partire dal 1° luglio 2022, i dati di cui al primo periodo sono trasmessi telematicamente utilizzando il Sistema di interscambio.

Con riferimento alle medesime operazioni: 

  • la trasmissione telematica dei dati relativi alle operazioni svolte nei confronti di soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato è effettuata entro i termini di emissione delle fatture o dei documenti che ne certificano i corrispettivi; 
  • la trasmissione telematica dei dati relativi alle operazioni ricevute da soggetti non stabiliti nel territorio dello Stato è effettuata entro il quindicesimo giorno del mese successivo a quello di ricevimento del documento comprovante l’operazione o di effettuazione dell’operazione».

Agenzia delle Entrate, nella presente circolare, fornisce risposta ai quesiti posti dalle associazioni di categoria concernenti i seguenti aspetti:

  • Ambito di applicazione dell’esterometro;
  • Regole di compilazione dei file xml per la trasmissione dei dati delle operazioni transfrontaliere;
  • Conservazione.

Attraverso le risposte fornite, l’agenzia esplicita innanzitutto che la finalità dell’esterometro non è più ravvisabile nel mero controllo delle operazioni rilevanti ai fini IVA, ma ricomprende il monitoraggio di tutte le operazioni in cui la controparte del soggetto passivo IVA residente in Italia è “estera”. Ne consegue che la trasmissione dei dati deve riferirsi non solo alle operazioni in cui la controparte è un operatore economico, ma anche a quelle poste in essere con privati consumatori.

Il monitoraggio omnicomprensivo è relativo anche all'aspetto qualitativo delle operazioni, infatti, nella osservazione ricadono tutte le operazioni, prescindendo dalla natura delle stesse ed in particolare dal fatto che rilevino territorialmente in Italia ai fini del tributo.

 

A seguito della pubblicazione della presente circolare, Agenzia delle Entrate ha aggiornato alla versione 1.7 il documento “Guida alla compilazione FE ed esterometro”, presente sul sito dell’agenzia nell’area tematica “Fattura elettronica e corrispettivi telematici”.

La circolare in esame sarà scaricabile al seguente link:

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/4562953/circolare+n.+26+del+13.07.2022.pdf/1dd1ef7e-5561-a226-67f9-1848bb2d648f

La guida alla compilazione FE ed esterometro aggiornata alla versione 1.7 sarà scaricabile al seguente link:

https://www.agenziaentrate.gov.it/portale/documents/20143/451259/Guida_compilazione-FE-Esterometro-V1.7.pdf/e6fcdd04-a7bd-e6f2-ced4-cac04403a768

 CST è pronta per assolvere a qualsiasi eventuale tua esigenza, contattaci per avere informazioni al riguardo.

 

soluzione PCP.ELINEX™

ELINEX™ è la soluzione CST che consente al soggetto passivo di IVA di gestire l’intero processo di trasmissione e ricezione delle fatture elettroniche emesse da e nei confronti dei privati e della Pubblica Amministrazione.

ELINEX™ mette a disposizione una serie di funzionalità applicative, che permettono di importare le fatture dopo la registrazione nei sistemi contabili, effettuare dei controlli formali delle informazioni in esse contenute, apporre la firma digitale, trasmetterle al SdI, storicizzarne gli invii e le ricevute elaborate dall’Agenzia delle Entrate. Allo stesso modo la soluzione consente con facilità di poter gestire anche le fatture passive, automatizzando la ricezione delle stesse sul canale certificato CST.SDITM.

 

 

soluzione PCP.EFER™

EFER™ è la soluzione CST che consente di gestire l’invio ad Agenzia delle Entrate dei dati relativi alla liquidazione periodica IVA e delle operazioni transfrontaliere (Esterometro).

CST vi può consigliare come affrontare al meglio le evoluzioni normative, grazie a soluzioni efficaci, funzionanti ed ottimizzate che garantiscano, sempre, la compliance.

 

COSTI CERTI E SOLUZIONI DEFINITIVE

Non esitare a contattarci per avere maggiori informazioni!

+39 02 70638242 oppure sales@csttech.it

KEEP IN TOUCH
Ho letto e accetto le condizioni del trattamento dei miei dati personali
contatto commerciale
Accetto le norme sulla privacy