Voucher Regione Lombardia

di CST

Piani aziendali di smartworking

DI COSA SI TRATTA

Il telelavoro è un nuovo approccio al lavoro.

Permette di migliorare la qualità della vita lavorativa e, statistiche alla mano, origina un tangibile aumento della produttività. 

Lo SmartWorking è balzato agli onori delle cronache a causa dell’attuale questione Corona Virus,

Un concetto di lavoro che oggi non è ancora stato assimilato dalla PMI italiana, che mai come in questo caso si è fatta trovare profondamente impreparata, annaspando tra le tecnologie, gestendo la contingenza come meglio ha potuto, senza un vero piano di sviluppo in questa direzione.

                                                           

COSA CI SERVE

È fondamentale le aziende forniscano al proprio team tutti gli strumenti moderni, sicuri, necessari ed adeguati.

Oggi le soluzioni che vanno incontro alle esigenze dello smartworking sono abbondantemente disponibili per tutte le PMI.

Le tecnologie sono mature per rendere il lavoro da casa SICURO, FRUIBILE e di veloce realizzazione… come direbbero gli inglesi… SMART.

Riunioni, call, documenti condivisi, tool di collaborazione a tutto tondo… il mondo della PMI è pronto per intraprendere una nuova strada.

L’AIUTO DI REGIONE LOMBARDIA

Si tratta di un bando messo a disposizione da Regione Lombardia il cui scopo è promuovere e diffondere nelle imprese lombarde lo SmartWorking.

Un modello organizzativo ben conosciuto da CST che consente di aumentare il benessere di lavoratori e lavoratrici migliorando, statistiche alla mano, flessibilità e produttività. L’emergenza del Corona Virus lo rende più attuale che mai.

È fondamentale che il datore di lavoro fornisca degli strumenti adeguati e SICURI prima di avviare progetti di SmartWorking.

 

L’agevolazione è concessa alle imprese sotto forma di voucher a fondo perduto, per un valore che varia in relazione al numero dei dipendenti (da €7.500 a €22.500) e che copre il 100% dei costi sostenuti per le seguenti aree di intervento:

 

  • Azione A: servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di Smart Working con relativo accordo aziendale o regolamento aziendale approvato e pubblicizzato nella bacheca e nella intranet aziendale
  • Azione B: acquisto di “strumenti tecnologici” per l’attuazione del piano di Smart Working.

 

CSTTECH che da tempo ha adottato piani di SmartWorking SICURI, è in grado di supportarvi per entrambe le aree di azione del bando con tecnologie e Hardware dedicati se necessario, o con implementazioni “ad-hoc” delle Vostre infrastrutture.  

 

CHI PUO’ BENEFICIARE DEL FINANZIAMENTO

Possono partecipare al bando soggetti che esercitano un’attività economica e che, al momento della presentazione della domanda sono in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere imprese regolarmente iscritte alla Camera di Commercio di competenza, oppure:
  • essere soggetti, in forma singola o associata, non iscritti Camera di Commercio, in possesso di partita IVA
  • avere un numero di dipendenti almeno pari a 3

Sono esclusi:

  • soggetti che non svolgono attività economica
  • le amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1, comma 2 del D.Lgs 30 marzo 2011, n. 165 “norme generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze delle Amministrazioni Pubbliche”
  • soggetti che erogano attività di formazione iscritti alle sezioni A o B dell’Albo regionale degli operatori accreditati, le università lombarde e loro consorzi.  
  • soggetti iscritti all’Albo regionale degli Accreditati ai servizi al Lavoro
  • soggetti già in possesso di un piano di smartworking regolamentato o del relativo accordo aziendale.

I TEMPI

Le domande devono essere presentate dalle imprese il 2 aprile 2020, fino ad esaurimento risorse.

 

Per Visionare il Bando CLICCA QUI

 

COSTI CERTI E SOLUZIONI DEFINITIVE

Non esitare a contattarci per avere maggiori informazioni!

+39 02 70638242 oppure sales@csttech.it

KEEP IN TOUCH
Ho letto e accetto le condizioni del trattamento dei miei dati personali
contatto commerciale
Accetto le norme sulla privacy